Deva della natura

Una particolare specializzazione del channeling è la possibilità di comunicare con gli spiriti di natura, o deva.
E’ molto importante, soprattutto in un’epoca in cui il nostro pianeta sta rischiando il collasso del suo bene più prezioso – la natura, appunto – prendere coscienza del fatto che gli alberi e le piante sono esseri sensibili che desiderano interagire con gli esseri umani per comunicare i loro messaggi, e che tutta la natura è sensibile.

Comunicare con gli spiriti degli alberi e con gli altri spiriti di natura è semplice quando si apre il cuore e si desidera sinceramente collaborare con loro.
Nel mio metodo  questa comunicazione viene ottenuta attraverso il tramite dell’Angelo Guida, così come tutte le comunicazioni con il mondo invisibile; tuttavia un cuore completamente aperto verso di loro renderà in ogni caso possibile riceverne i messaggi.
Come sempre, il problema per gli esseri umani è raggiungere una vera apertura di cuore: anche quando ci sembra di avere il cuore aperto, infatti, non è mai aperto del tutto, a causa di interferenze emotive e mentali. E’ solo questa difficoltà a far sembrare a molti impossibile comunicare con i deva.

Deva ed elementali

Sia i deva che gli elementali sono considerati spiriti di natura, sebbene più propriamente gli spiriti di natura siano i deva piuttosto che gli elementali, in quanto coscienze superiori e direttamente collegate con il divino.
I deva sono più evoluti degli esseri elementali (spiriti del fuoco o salamandre, della terra o gnomi, dell’aria o silfidi, dell’acqua o ondine), in quanto questi ultimi non sanno distinguere tra il bene e il male: la loro azione può essere attivata in modo costruttivo o distruttivo.
I deva invece sono gli angeli della terra: il loro spirito partecipa dello spirito divino ed è sempre costruttivo.
D’altra parte gli elementali, nella loro funzione costruttiva, sono al servizio dei deva e contribuiscono a creare forme e strutture all’interno della natura stessa.

Gli elfi e gli spiriti degli alberi

Tra i deva della natura vi sono il deva degli elfi e gli spiriti degli alberi.
Il compito degli elfi è quello di creare equilibrio ed armonia nella natura, mentre gli alberi hanno fondamentalmente uno spirito di servizio collegato alle particolarità della specie a cui ogni singolo albero appartiene (deva superiore dell’albero) e al carattere di ogni particolare albero (deva inferiore dell’albero).

Caratteristiche dei deva

I deva sono all’inizio diffidenti verso gli esseri umani, perché hanno dovuto molto soffrire a causa nostra, considerato lo scempio della natura operato dall’uomo, specialmente nell’ultimo secolo.
Per essere avvicinati hanno bisogno di sentire che l’intento di chi li avvicina è amichevole, e che chi si rivolge a loro vuole aiutare la singola specie di deva che è stata contattata (ad esempio, il deva degli elfi, o il deva superiore di una quercia), così come i deva di tutte le altre specie.
A differenza degli esseri umani, infatti, i deva non sono egoisti, e si preoccupano del benessere del tutto.
Per contattarli occorre prima di tutto credere che esistano, poi amarli e avere il sincero desiderio di rendersi utili per aiutarli.
Se esistono questi presupposti, i deva sono felicissimi di interagire con l’uomo per migliorare le condizioni di tutte le specie naturali e anche per aiutare gli esseri umani: ad esempio, come è accaduto nella comunità spirituale di Findhorn, in Scozia, i deva, attraverso i messaggi dati a Dorothy Mac Lean, che ne ha parlato nei suoi libri, hanno aiutato i fondatori della comunità ad avere migliori coltivazioni, così eccezionali che hanno attirato visitatori da tutto il mondo.

Libro

Leggete l’estratto dal libro online “Voci degli spiriti di natura” di Paola Pierpaoli dal titolo Comunicare con gli alberi e con gli spiriti di natura presente in questo sito per comprendere meglio il mondo dei deva e come funziona la comunicazione con loro.

Per le date dei seminari sui deva della natura cliccate qui

Per la formazione al channeling cliccate qui