pulizia karmicaCos’è la pulizia karmica

La pulizia karmica, così come viene intesa in Esperienze di Luce, ha le sue radici nella ricerca trentennale di Paola Pierpaoli nell’ambito del benessere fisico, psichico e spirituale.
La pulizia karmica è la possibilità di rimuovere dalla memoria cellulare i ricordi e le convinzioni legati a situazioni traumatiche di vite precedenti – o ad archetipi in senso junghiano – sostituendoli con esperienze di guarigione e con convinzioni positive.
Si è molto parlato dalla new age in poi dell’importanza del pensiero positivo, in quanto se pensiamo positivamente saremo in grado di attrarre situazioni che risuonano con la nostra positività e viceversa, se i pensieri sono negativi; la stessa cosa vale per il pensiero inconsapevole, che da pensiero inconsapevole negativo deve divenire pensiero inconsapevole positivo.

Karma e archetipi junghiani

Secondo l’esperienza acquisita da Paola Pierpaoli attraverso molte sedute di pulizia karmica con persone  diverse tra loro, il karma è la tendenza a ripetere gli stessi schemi di dolore finché non si riesce a trovare la strada per cambiarli. Karma dunque non è pagare per qualcosa di male che è stato commesso in una vita precedente, secondo la legge ‘occhio per occhio, dente per dente’, ma piuttosto una coazione a ripetere.
Se si ha difficoltà a credere nella reincarnazione, si può pensare agli schemi di dolore che costituiscono il karma in termini di archetipi dell’inconscio collettivo, nell’accezione di Jung: ad esempio, una persona potrebbe essere portatrice dell’archetipo dell’uomo che viene sempre lasciato dalle donne, o di qualcuno che viene derubato dagli altri, oppure che non riesce ad affermarsi nel lavoro, eccetera.
Poiché nessuno veramente sa come stiano davvero le cose per quanto riguarda la reincarnazione, oggi è possibile basarsi soltanto sull’esperienza.

Come si effettua una pulizia karmica

Nel metodo praticato ed insegnato da Paola Pierpaoli per effettuare la pulizia karmica, la persona che si sottopone a questa tecnica è in stato di veglia e viene guidata a ricordare gli schemi di vite passate – o archetipi – che hanno generato dolore e convinzioni sbagliate.
Una volta individuati gli schemi pertinenti al problema – o ai problemi – posti dalla persona interessata,  vengono recisi i legami energetici con tutti i protagonisti di una o più situazioni traumatiche, che si tratti di un trauma subito in una vita passata o di un archetipo, e la persona comincia a sentirsi più libera e leggera.
Generalmente occorrono sette o otto sedute per effettuare una pulizia karmica, a meno che la persona non abbia molte situazioni traumatiche da risolvere, nel qual caso sarebbe necessario un numero maggiore di sedute.

Effetti della pulizia karmica

Ogni persona reagisce in modo diverso, ma di solito dopo tre o quattro sedute di pulizia karmica ci si comincia a sentire meglio, i pensieri migliorano, nascono pensieri nuovi, e vengono immaginate possibili soluzioni per i problemi descritti durante la prima seduta. Le persone cominciano ad amarsi di più ed il mondo esterno comincia a reagire a loro in modo più positivo, non ci si trova più nelle solite, vecchie situazioni oppure si diviene capaci di riconoscerle all’istante e di sottrarsi.

Pulizia karmica e psicoterapia

La pulizia karmica è a volte sufficiente per risolvere disagi esistenziali diversi; in altri casi deve essere affiancata, o continuata, attraverso un lavoro di psicoterapia. In questi casi viene consigliato un tipo di psicoterapia che tenga conto del lavoro con il corpo e con le emozioni bloccate nel corpo, in quanto un approccio psicoanalitico di tipo puramente verbale non risulta altrettanto efficace.

Esempio di pulizia karmica

Anna non riusciva a trovare il compagno giusto e passava da un’esperienza sentimentale sbagliata a un’altra. In una vita passata aveva fatto un giuramento di amore eterno a suo marito morto durante una guerra, e per questa ragione nella vita attuale aveva la convinzione inconsapevole di poter essere felice soltanto con lui: di conseguenza non incontrava mai l’ “uomo giusto”.  E’ stato necessario cancellare dalla memoria cellulare di Anna il ricordo del marito morto e del giuramento che gli aveva fatto per darle la possibilità di uscire dal suo schema ripetitivo e di vivere un’esperienza sentimentale positiva.

Per richiedere maggiori informazioni sulla pulizia karmica cliccate qui

Per richiedere una seduta di pulizia karmica cliccate qui