Cos’è il channeling 

Il termine channeling  deriva dall’inglese channel (canale) ed è traducibile come canalizzazione. Si tratta di un vocabolo introdotto negli anni settanta in coincidenza con la nascita della new age, seppure descriva tecniche molto antiche e diverse tra loro. Nei dizionari specializzati il channeling  è in genere definito come ‘il processo per mezzo del quale un essere umano entra in uno stato non ordinario di coscienza e comunica informazioni ricevute da entità non fisiche’.

Sciamanesimo e channeling

In questo processo rientrano talvolta altre metodologie, tra cui lo sciamanesimo e lo spiritismo, che possiedono tuttavia specifici confini distintivi.
Nello sciamanesimo classico, per esempio, il contatto con l’entità non fisica è la conseguenza di un preciso intento da parte dello sciamano e procede mediante l’effettuazione di un viaggio in cui è l’operatore stesso a prendere l’iniziativa.
Nel channeling  il rapporto con l’entità non è necessariamente il risultato di una scelta da parte del ricevente. Esso si può manifestare anche in modo spontaneo e indipendentemente dalla sua volontà.

Spiritismo e channeling

Nello spiritismo popolare il medium funge da canale di comunicazione tra esseri umani viventi e anime defunte generalmente riconoscibili dai consultanti, mentre nel channeling  le entità contattate includono anche altre categorie: Esseri di Luce, Angeli, esseri mitici, saggi, ecc.

Possibilità operative del channeling

Nel suo approccio più evoluto il channeling  è inteso a stabilire un contatto con lo Spirito Guida principale, o Angelo Guida, che ha il compito di proteggerci e di accompagnarci per il tempo della nostra esistenza terrena. Insieme allo Spirito Guida principale è possibile contattare altre entità benefiche o Esseri di Luce che a volte sono troppo luminosi per essere contattati direttamente.
Un’ulteriore possibilità operativa implica la facilitazione del channeling stesso.
In questo caso il canalizzatore, invece di monopolizzare il rapporto con l’entità, fornisce strumenti e supporto in grado di permettere al consultante stesso di avere un’esperienza di canalizzazione. Quest’esperienza, ben lungi dall’essere accessibile solo a  dei medium, è alla portata di chiunque ne abbia il sincero desiderio. Non è un lavoro difficile, giacché questo contatto è sempre esistito e si tratta solo di diventarne consapevoli, di recuperarne la memoria e di riconoscerne le chiavi di identificazione.

Per richiedere l’attivazione al contatto con l’Angelo
Guida cliccate qui

Per richiedere un channeling attraverso un tramite cliccate qui